trasporti

Professione autista: il pericolo è il mio mestiere

in Attualità by

Giorni bui per il trasporto pubblico romano: un’escalation di episodi sempre più violenti ha colpito il personale a bordo. E le statistiche non sono certo di conforto: solo nel primo semestre del 2015 si sono verificati 22 casi di aggressione fisica.\r\n\r\nL’ultimo venerdì sera: ad Acilia, sulla linea 03, il conducente è stato aggredito durante un tentativo di rapina. L’uomo ha raccontato che l’ultimo passeggero rimasto, con il volto semi-nascosto dal cappuccio di una felpa, gli ha intimato di consegnargli lo smartphone. Al rifiuto, il malvivente ha reagito ferendolo alle braccia con un coltello. Il provvidenziale intervento della polizia ha evitato il degenerare della situazione; in corso le indagini per risalire al responsabile dell’aggressione.\r\n\r\nAltri episodi analoghi si sono verificati nell’arco di pochi giorni: circa una settimana fa un autista è stato picchiato da un’intera famiglia dopo aver chiesto di spostare l’auto parcheggiata in doppia fila che impediva il transito del mezzo; e ancora, un autista della Tevere Tpl, la società che gestisce il servizio nelle zone periferiche, è stato aggredito a Ponte di Nona. Un utente, dopo aver chiesto un cambio di percorso, ovviamente negato, ha rotto il vetro della cabina di sicurezza con un pugno.\r\n\r\nQuesti sono solo alcuni esempi dai quali però si evince con efficacia la drammatica situazione del trasporto pubblico a Roma ma non solo: episodi simili si registrano in tutta la regione Lazio.\r\n\r\nI dipendenti lamentano scarse tutele e garanzie per la loro sicurezza ed invocano un immediato intervento delle autorità competenti in materia. Cabine di sicurezza, bigliettaio a bordo, personale di vigilanza soprattutto nelle zone più a rischio: sono solo alcune delle richieste avanzate.\r\n\r\nLa reazione delle autorità sembra essere stata immediata e propositiva: l’assessore ai Trasporti Stefano Esposito si è impegnato ad attuare interventi volti a garantire la sicurezza sui mezzi pubblici; sul tema si è anche svolto un vertice con il sindaco Marino.\r\n\r\nL’azienda dei trasporti ATAC, dal canto suo, ringraziando le Forze dell’ordine per la collaborazione, sottolinea il lavoro svolto per la tutela dei propri dipendenti e si appella al senso civico di tutti coloro che possono far sì che episodi analoghi non si verifichino più.

Ho 26 anni e vivo nella bellissima Tuscia. Laureata in Filologia Moderna, mi piace leggere, scrivere, viaggiare e cucinare. Amo la Natura e gli animali e mi piacerebbe vivere in una società che li rispetti di più.

2 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultime Attualità

Go to Top